ESET ha creato un server di aggiornamento dedicato per fornire aggiornamenti dei moduli di base agli utenti con sistemi non compatibili con SHA-256 (SHA-2). Opererà temporaneamente fino al 31 dicembre 2021 ed è accessibile al seguente URL: http://update.eset.com/legacy-sha1/

Questo server è destinato per i seguenti prodotti:

prodotti ESET Endpoint per Windows 6.6 e versioni successive

prodotti ESET per Windows Server 7.x e versioni successive

Gli amministratori con mirror di aggiornamento ESET locali devono creare un mirror o aggiornare il mirror esistente per i dispositivi dei clienti che eseguono un sistema operativo senza supporto SHA-256. I dispositivi non interessati (con supporto SHA-256) dovrebbero continuare ad aggiornare dal mirror standard.


important

Questa soluzione è temporanea!

Gli utenti devono ancora aggiornare i loro sistemi a sistemi operativi compatibili con SHA-256.

Per chi è questa soluzione?

Questa soluzione temporanea è solo per gli utenti con mirror di aggiornamento locali personalizzati che servono dispositivi che non sono compatibili con SHA-256. Gli altri utenti non dovrebbero modificare le impostazioni del mirror.

Gli utenti con un mirror locale e ambienti misti (cioè dispositivi compatibili e non compatibili con SHA-256) devono creare un mirror separato per gli endpoint interessati.

Cosa significa “aggiornamenti dei moduli di base”?

La versione del prodotto ESET continuerà ad essere aggiornata per la maggior parte dei relativi moduli, incluso il motore di rilevamento, sui sistemi operativi senza supporto SHA-2. Tuttavia, non sarà possibile per noi di risolvere problemi con alcune funzionalità o migliorarle (come Anti-stealth, HIPS, Firewall).

Cosa è possibile fare?

Utilizzare la soluzione temporanea per i sistemi compatibili con SHA-1

Aggiornare i prodotti ESET e i sistemi operativi

Maggiori informazioni sul problema SHA-1

 

Applicare la soluzione temporanea

Scegliere prima l'opzione applicabile:

 

Aggiornare per garantire il supporto dopo aprile 2021

Gli utenti devono ancora aggiornare i loro sistemi a sistemi operativi compatibili con SHA-256 (incluse le versioni più recenti del prodotto).